COVID – 19

EMERGENZA CORONA VIRUS (ultimo aggiornamento 22/05/2020 ore 14)

Questa sezione è dedicata agli aggiornamenti normativi derivanti dai Decreti e dalle Ordinanze Nazionali, della Regione Piemonte e del Comune di Torino, pubblicati a seguito dell’emergenza Corona Virus, con particolare riferimento all’ambito fiscale.

 


!!!!! NUOVI MODULI, FAQ, CIRCOLARI E RISOLUZIONI INPS-ADE-MEF-CCIAA !!!!!


DECRETO RILANCIO DEL 19/05/2020, N° 34

Numerose novità sono contenute nel presente Decreto, molte delle quali sono ancora in attesa delle modalità operative. A titolo esemplificativo le novità riguardano i seguenti argomenti:

  • Bonus a fondo perduto per determinate categorie di soggetti
  • Bonus del 110% per efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica per veicoli elettrici;
  • Tax credit vacanze;
  • Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri;
  • Crediti di imposta per l’adeguamento dei luoghi di lavoro
  • Crediti di imposta per i canoni di immobili presi in locazione a uso non abitativo;
  • Sospensione dei termini di versamento dei carichi affidati all’agente della riscossione (Equitalia);
  • Credito d’imposta per sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione;
  • Proroga dei termini di ripresa della riscossione dei versamenti sospesi anche per i soggetti di cui agli articoli 61 e 62 del decreto Cura Italia;
  • Rimessione in termini e sospensione del versamento degli importi richiesti a seguito del controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni

Vista la complessità del Decreto, si rende disponibile la “GUIDA IN PILLOLE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE”


Nel presente Decreto, che entrerà in vigore dal 14/04/2020, vi sono importanti novità, tra cui:

  1. NUOVO ELENCO DELLE ATTIVITA’ ESSENZIALI che possono svolgere la propria attività (ALLEGATO 1 – 2);
  2. CODICI ATECO relativi alle nuove attività essenziali di cui al punto 1 (ALLEGATO 3);
  3. MISURE IGIENICO SANITARIE GENERALI da adottare (ALLEGATO 4)
  4. MISURE IGIENICO SANITARIE PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI (ALLEGATO 5).

Occorre prestare attenzione in particolare all’art. 1 punto “z” che indica le attività essenziali; all’art. 1 punto “dd”che regola le norme igienico sanitarie; all’ art. 2 comma 3 che indica di comunicare al Prefetto l’intenzione di ripartire con l’attività, se l’attività è essenziale alla filiera; all’art. 7 che indica che è il Prefetto il soggetto preposto al monitoraggio delle misure; all’art. 8 con la data in vigore del presente decreto (14/04/2020)

 

SI PRECISA CHE LA REGIONE PIEMONTE HA RESO PIU’ RESTRITTIVE CERTE ATTIVITA’, COME PREVISTO DAL DECRETO 43 DEL 13/04/2020″ E DAI RELATIVI CHIARIMENTI”


Importanti novità fiscali sono in esso contenute, in particolare:

  1. Possibilità di richiesta finanziamento;
  2. Sospensione di quanto dovuto per  INPS, INAIL, IVA, Ritenute e Addizionali Regionali e Comunali per i mesi di Aprile e Maggio 2020 a determinate condizioni;
  3. Metodo previsionale degli acconti per il solo anno di reddito 2020;
  4. Slittamento della scadenza delle Certificazioni Uniche dal 31/03/2020 al 30/04/2020;
  5. Termini agevolazioni prima casa;
  6. Semplificazioni per il versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche;
  7. Credito di imposta per l’acquisto di dispositivi di protezione negli ambienti di lavoro.

 


CLICCATE SU CIASCUN PUNTO PER APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI E PER TROVARVI, EVIDENZIATE IN BLULE NOVITA’ E LE MODALITA’ OPERATIVE  PER OTTENERE LE DIVERSE AGEVOLAZIONI

  1. Sospensione versamenti imposte comprese, per ora, tra l’ 08/03/2020 e il 31/03/2020, per tutti i contribuenti. Nella sezione “scadenze fiscali sono riportate le principali scadenze ante Corona Virus, con i relativi rinvii;
  2. Sospensione versamenti imposte fino al 30/04/2020 per i settori più colpiti, in primis per il settore turistico;
  3. Sospensione di ogni attività da parte dell’Agenzia delle Entrate e dell’ Agenzia Entrate Riscossione (Ex Equitalia) unitamente a sospensione versamenti fino al 31/05/2020 o 30/06/2020 a seconda dei casi;
  4. Credito di imposta del 60% per le attività di impresa a seguito di contratto di locazione per immobili in categoria catastale C1;
  5. Indennità una tantum di euro 600 per i titolari di partita iva; CLICCATE SUL PUNTO QUI A SINISTRA, AL SUO INTERNO SONO PRESENTI IMPORTANTI NOVITA’ DEL 26, 27, 29, 30 E 31 MARZO CON LA PROCEDURA PER LA RICHIESTA DEL PIN SEMPLIFICATO
  6. Sospensione delle rate dei mutui sulla prima casa per i lavoratori autonomi e liberi professionisti;
  7. Sospensione fino al 30 settembre 2020 dei pagamenti delle rate dei prestiti accordati da Banche o altri Intermediari Finanziari;
  8. Premio pari a 100 euro ai lavoratori dipendenti che non possono beneficiare dello “smart-working”;
  9. Convocazione Assemblea delle Società per approvazione bilancio redditi 2019 entro 180 giorni;
  10. Detrazione dal Reddito Persone Fisiche delle erogazioni liberali per contenimento e gestione dell’emergenza Corona Virus;
  11. Credito di imposta del 50% per sanificazione ambienti;
  12. Disapplicazione ritenuta d’acconto su parcelle;
  13. Cassa integrazione straordinaria, congedi, permessi retribuiti, acquisti di servizi per baby sitting dipendenti, licenziamenti.  Il voucher babysitter vale anche per gli autonomi;
  14. Registratore di Cassa Telematico;

 


  • “DPCM (NAZIONALE) DEL 22/03/2020”, recante misure urgenti su tutto il Territorio Nazionale per il contenimento del contagio previste a partire dal 23/03/2020 fino al 03/04/2020, con l’elenco sia dei soggetti che devono sospendere la propria attività sia dei soggetti che svolgono attività ritenute essenziali e che possono pertanto proseguire nel proprio lavoro. Il Governo ha concesso 2 giorni di tempo, quindi fino al 25/03/2020, per permettere alle Aziende di adeguarsi al nuovo provvedimento e chiudere totalmente le attività.

NOVITA’ DEL 26/03/2020: “MODIFICA ATTIVITA’ ESSENZIALI DAL 26/03/2020”  ATTENZIONE, SONO STATE AGGIORNATE DAL DECRETO DEL 10/04/2020

Il “Mise” (Il Ministro dello Sviluppo Economico) ha pubblicato in data  25/03/2020 modifiche alle attività considerate essenziali. Tali disposizioni si applicano dal 26/03/2020.

Come chiarito nella “Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 12/E”, i codici ATECO riferibili a tali attività economiche sono meramente indicativi. Pertanto, rientrano nell’ambito applicativo delle richiamate disposizioni anche soggetti con diverso codice ATECO – come ulteriormente precisato anche con la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 14/E del 21 marzo 2020 – purché rientranti in una delle categorie economiche indicate.

Ogni Attività è legata ad un Codice Ateco, prego pertanto contattare lo Studio per avere delucidazioni in merito al proprio codice.


  • “DECRETO DELLA REGIONE PIEMONTE N° 34 DEL 21/03/2020”, che elenca, in sintesi, gli spostamenti consentiti e non consentiti, le attività che devono essere garantite e quelle che devono essere sospese, indicando altresì che devono essere approntate misure di sicurezza quali la misurazione della temperatura corporea e il rispetto delle norme igienico sanitarie,  e che potete trovare “QUI”

 

 Le attività Professionali sono vietate ad eccezione del caso in cui si debbano svolgere attività indifferibili e/o vi siano scadenze improrogabili.

Si allega link della Regione Piemonte con le Faq in merito a tali attività‘:

https://www.regione.piemonte.it/web/temi/sanita/coronavirus-piemonte-ordinanze-circolari-disposizioni-attuative


ATTENZIONE! DA MERCOLEDI 25/03/2020 SONO STATI RIAPERTI ALCUNI MERCATI.

Si riporta quanto indicato sul sito del Comune di Torino:
“Le disposizioni di sicurezza necessarie alla riapertura impongono che ci siano un’entrata e un’uscita distinte, che il perimetro sia delimitato, che siano rispettati i due metri di distanza tra i banchi ed almeno un metro di distanza con la clientela. I vigili, coadiuvati da personale in molti casi volontario, sarà sempre presente per controllare gli accessi e gestire il flusso delle persone. Il numero massimo di clienti ammessi contemporaneamente nel mercato sarà il doppio rispetto a quello nel numero dei banchi.

Questi i mercati aperti: Baltimora, Barcellona, Bengasi, Borromini, Brunelleschi, Campanella, Chieti, Cincinnato, Crocetta, Di Nanni, Don Grioni, Foroni, Guala, Martini, Mirafiori Nord, Nizza, Palestro, Porpora, San Secondo, Santa Giulia, Santa Rita (tratti 1 e 2), Spezia, Taranto, Vittoria”

 

DA LUNEDI 23/03/2020 LE ATTIVITA’ MERCATALI SONO AL MOMENTO BLOCCATE, IN ATTESA CHE VENGANO APPRONTATE LE MISURE DI SICUREZZA NECESSARIE, QUALI TRANSENNE E PRESENZA DEI VIGILI.  RIPORTO QUANTO INDICATO SUL SITO DEL COMUNE DI TORINO:

“Sospesa la vendita nei mercati all’aperto (anche sotto tettoia) Da lunedi 23 marzo, a Torino, sono sospese le attività di vendita di generi alimentari esercitate nei mercati cittadini all’aperto, comprese quelle nelle aree mercatali provviste di tettoia come copertura.
Verranno nel frattempo individuati i dispositivi e le modalità organizzative che assicurino efficacemente un afflusso regolato con rispetto delle distanza tra le persone: misure che, nel rispetto delle disposizioni regionale per il contenimento del contagio da Coronavirus, possano consentire a breve la ripresa delle attività di vendita.”